Cosa facciamo

Accoglienza

Ascoltare, rassicurare, indirizzare: queste le parole chiave che accompagnano il nostro impegno quotidiano per aiutare le donne ad uscire dal vortice della violenza, che accompagna relazioni di intimità basate sulla paura e l’alienazione di sé.

E’ molto importante che le donne (garantite dall’anonimato e dalla riservatezza) possano trovare nel Centro Antiviolenza un aiuto concreto per riconoscere la violenza, rompere il circolo vizioso in cui si trovano ed iniziare un nuovo percorso di vita, finalmente libero dalla paura.

Le volontarie che operano nel Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus sono diverse fra loro per età ed esperienze maturate: ogni colloquio individuale è gestito con sensibilità e competenza con l’obiettivo comune di garantire alle donne accoglienza, ascolto e un aiuto concreto per uscire dalla spirale della violenza.

Formazione

Fin dalla sua nascita, il Centro sostiene e organizza corsi di formazione per tutti/e coloro che si occupano di maltrattamenti. Promuove conferenze e seminari, e collabora costantemente con gli organi deputati, per  un’attivazione di tutte le attività necessarie a prevenire e contrastare ogni forma di violenza. Il Centro è, inoltre, promotore di iniziative di sensibilizzazione e prevenzione nelle scuole di diversi ordini e gradi, nelle aziende e in altri e diversi ambiti

PREVENZIONE

Un team di formatrici esperte da anni propone e realizza negli istituti scolastici di diversi ordini e grado corsi/laboratori per educare alle differenze, crescere senza stereotipi di genere, spiegare cos’è la violenza e riconoscere i campanelli d’allarme al fine di applicare uno dei principi cardini della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica, nota anche come Convenzione di Istanbul, ovvero la Prevenzione della violenza di genere

Percorsi di Empowerment

Lo Sportello di Orientamento al lavoro è un luogo dove cominciare a ricollocarsi e permette di accorciare le distanze con una realtà lavorativa spesso sentita come lontana.

E’ un luogo dove creare reti, opportunità, relazioni con altre persone per permettere alle donne di essere sempre più protagoniste della propria vita e del proprio cambiamento.

Prevede:

  • Orientamento lavorativo individuale
  • Corsi di Empowerment in piccoli gruppi
  • Corso professionalizzante di base con possibilità di tirocinio


Questo progetto è stato realizzato grazie

  • Programma del Fondo Sociale Europeo 2014/2020 della Regione Emilia Romagna coordinato dalla scuola Arti e Mestieri Angelo Pescarini
  • Progetto POWER- Percorsi di Orientamento ed empoWerment per le donnE dei centRiantiviolenza- del coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia Romagna , bando R.E.R.  rivolto alla promozione e al conseguimento delle pari opportunità e al contrasto delle discriminazioni  alla violenza di genere 2016/2017


Per contatti: sportellolavoro.vd@gmail.com

CONSULENZA LEGALE

OSPITALITÀ

Casa dei sogni e dei bisogni

La Casa Dei Sogni e Dei Bisogni è un alloggio di secondo livello, nel quale le donne accolte, che sono vittime di violenza di genere, possano intraprendere il percorso di uscita dalla violenza e la ricerca di una propria autonomia emotiva ed economica, grazie al supporto e aiuto di
operatrici appositamente formate sul tema della violenza di genere. . Il progetto nasce a seguito di un attenta analisi del territorio Unione Terre D’argine e dal numero di richieste presenti, da parte di donne che necessitassero di una via di uscita dalla violenza di genere e che prescindesse dalla sola emergenza abitativa. Sono previste all’interno della casa attività laboratoriali di psicomotricità e Arte terapia.

OSPITALITÀ IN EMERGENZA

Appartamento in emergenza

Il servizio garantisce la privacy e la tutela della riservatezza alle donne sia nella fase di intervento diretto che a percorso concluso.

Gruppi A.M.A.


I Gruppi di Auto Mutuo Aiuto sono piccoli gruppi a base volontaria, utili per affrontare particolari situazioni di disagio.

Pur non essendo dei gruppi psicoterapeutici, rappresentano una valida metodologia di aiuto e supporto; sono caratterizzati dalla interazione faccia a faccia, e quindi dall’importanza del contatto diretto e della partecipazione personale, costante e condivisa tra le partecipanti. Queste ultime, difatti, condividono particolari esperienze, offrono e ricevono aiuto, accrescendo la propria competenza personale e il senso di autoefficacia, accogliendo la possibilità di osservare le proprie situazioni anche da altri punti di vista

Le parole chiave che accompagnano gli incontri sono Reciprocità, Condivisione, Mutualità, Empatia, Empowerment e Resilienza.

I gruppi A.M.A. presso il nostro centro antiviolenza variano da un numero di 3/4 partecipanti ad un massimo di 10/12. La partecipazione al gruppo richiede un incontro di conoscenza preliminare che si può avere contattandoci al 338/5793957

Il gruppo è condotto da due facilitatrici, operatrici del Centro

Rete: Il Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus, fornisce tutte le informazioni necessarie sui vari servizi offerti dalla rete che opera sul territorio, compresa la consulenza legale.

eventi

 Il Centro grazie al supporto delle volontarie e in collaborazione con Associazioni femminili del territorio come UDI e CIF ogni anno s’impegna a realizzare attività di senbilizzazione e diffusione del fenomeno della violenza alla cittadinanza tramite eventi culturali, artistici e convegni

Rete

–  Come Ci trovi: la mappa dei centri antiviolenza in Italia 

–  Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia Romagna:

E’ nato con lo scopo di costruire un’identità comune che sviluppi progettualità e visibilità. È costituito da associazioni che in Regione sono attive in contrasto alla violenza alle donne

L’idea di un Coordinamento che radunasse tutte le realtà presenti in Regione in difesa delle donne parte da lontano, dal primo Convegno nazionale dei Centri Antiviolenza e Case delle Donne svoltosi nel 1996 a Ravenna, che ha posto le basi nella nostra regione per una rete organica. Da allora si sono susseguiti incontri periodici per la progettazione, l’elaborazione e la realizzazione di obiettivi comuni. I Centri Antiviolenza presenti sul territorio regionale hanno continuato a condividere formazione, buone prassi, confronto metodologico, progetti e campagne di sensibilizzazione per il contrasto della violenza alle donne e ai loro bambini, fino ad arrivare alla costituzione di un’associazione formale nel giugno 2009, con l’obiettivo di potenziare l’attività del Coordinamento,
l’influenza politica e la visibilità dei centri sul territorio, ponendosi come soggetto maggiormente autorevole nei confronti delle
istituzioni.

–  D.i.Re:

Associazione Nazionale Donne in Rete contro la violenza la prima associazione italiana a carattere nazionale di centri antiviolenza non istituzionali e gestiti da associazioni di donne che affronta il tema della violenza maschile sulle donne secondo l’ottica della differenza di genere, collocando le radici di tale violenza nella storica, ma ancora attuale, disparità di potere tra uomini e donne nei diversi ambiti sociali.

L’associazione D.i.Re è nata allo scopo di costruire una azione politica nazionale che, partendo dall’esperienza maturata nelle diverse realtà locali, promuova azioni volte ad innescare un cambiamento culturale di trasformazione della società italiana nei riguardi del fenomeno della violenza maschile sulle donne

Call Now ButtonChiamaci