I nostri progetti

L’8 PER TUTTE! 

Ecco le nostre iniziative create su tutti i territori dell’Unione delle Terre d’Argine in occasione dell’8 marzo, Festa della Donna

CARPI

GIOVEDÌ 3 MARZO – 21:00

Conferenza spettacolo “Paura non abbiamo. 70 anni di lotte per i diritti delle donne a Carpi” di e con Elisa Lolli, Giulia Campioli e Marco Sforza

Interventi di Thomas Casadei, Claudia Canali e Tamara Calzolari.

presso Auditorium S. Rocco in Via S. Rocco,1

per info e prenotazioni: infoepophistory.it

SABATO 5 MARZO – 17:30 

Percorsi di Sorellanza. Incontro con le realtà femministe locali: VivereDonna, UDI Carpi, NUDM e Carpi Antifascista

Seguirà aperitivo con concerto

presso Circolo Arcobaleno in Via E. Giliberti,1

(nessuna necessità di prenotare)

MARTEDÌ 8 MARZO

  • dalle 9:00 alle 19:30: UDI Carpi sarà in Piazza Martiri con il tradizionale banchetto dove sarà disponibile la mimosa (altezza Mondadori). Il ricavato andrà a UDI Carpi.
  • dalle 18:30 alle 19:30: L’8 PER TUTTE. Vendita della mimosa e canti insieme ai “Violenti Piovaschi” in Piazza Martiri.
  • alle 21:00: “LA PARRUCCA” di Natalia Ginzburg con Maria Amelia Monti e Roberto Turchetta. presso il Teatro Comunale di Carpi

organizzato dal Comune di Carpi

GIOVEDÌ 10 MARZO – 18:30

Laboratorio di Arte Terapia “FILI DI DONNA…RICAMI POETICI: sciogli i nodi. scegli la libertà” condotto da Chiara Beschin (arteterapeuta e formatrice del metodo Cavriardage® di Tina Festa) in collaborazione con Casa Tomada

presso Casa Tomada in via Matteotti, 56

per info e prenotazioni: 335 658 0039

DOMENICA 13 MARZO – 18:30

Reading “DONNE RESISTENTI. positività, rinascita, resistenza, collaborazione ” e Live Painting

presso Spazio Giovani MAC’É in via De Amicis, 59

in collaborazione con Casa Tomada, UDI Carpì, Acat, Libera Carpi e il gruppo Sottovoce

per info e prenotazioni: 335 658 0039

 

NOVI DI MODENA

MARTEDÌ 8 MARZO – 20:00

“LE AMICHE GENIALI” – Genio e ingegno femminili: storie di donne raccontate da donne e… buon cibo

presso Sala Arci Taverna in via Bigi Veles, 4

Serata di letture e cena organizzata dal Coro delle Mondine, Associazione Arci Taverna, Associazione Ghiottone, VivereDonna e UDI Novi

per prenotare: Luisa 348 102 6459 / Onesto 348 804 7762

 

CAMPOGALLIANO

DOMENICA 13 MARZO – 9:30/10:00

“CAMMINATA IN ROSA” con le donne e per le donne

Passeggiata sugli argini in compagnia. Ritrovo con le MUTINA PINK DRAGONS presso la loro sede in via Albone, 31.

Installazione di targhette VivereDonna e Liberiamoci Dalla Violenza sulla panchina rossa.

Iniziativa sostenuta da CoopAlleanza 3.0

 

SOLIERA

SABATO 19 MARZO – 16:30

LA FORZA DELLE DONNE Al TEMPI DEL COVID

intervengono Sara Guglielmino di UDI Carpi, AVV. Cinzia Sala di VivereDonna, Daniela Pellacani di SPI-CGIL, Dott.ssa Nora Marzi.

Letture di brani tratti da scritti del concorso di scrittura autobiografica Scrivitiamodena di SPI CGIL MODENA.

Presso Habitat in via Berlinguer, 201

per info e prenotazioni: 331 112 7140

 

EVENTO ONLINE

VENERDÌ 18 MARZO – 20:30

MEDUSA: una donna allo specchio

Organizzato da PACE E SILENZIO e mediato dalla Docente Francesca Senesi.

Interverranno con un Reading sul Mito di Medusa le operatrici del CAV VivereDonna.

per ricevere il link zoom scrivete entro il 17 Marzo a info.universitapaceuregione.marche.it indicando anche un valido recapito telefonico

 

L’ingresso agli eventi al chiuso è solo su PRENOTAZIONE con SUPER GREEN PASS e MASCHERINA FFP2

 

Ri-Emergere Insieme! 2021

è il titolo che abbiamo scelto per la campagna 2021 del 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Quest’anno siamo tornate, finalmente, con eventi in presenza e il territorio dell’Unione delle Terre d’Argine si riempirà di tante iniziative diverse tra loro volte a sensibilizzare riguardo la violenza contro le donne. 

 

Illustrazioni di mayra pezzolato

 

 

I monologhi della vagina

14 Febbraio ore 21:00 – 15 Febbraio ore 0:00


Speaker: Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus, P.A. Soliera e Fondazione Campori Digitale e Vita, il digitale che può salvare la vita.

QUANDO UNA DONNA PENSA DI SUBIRE ATTEGGIAMENTI PERSECUTORI È IMPORTANTE CHE RICONOSCA LE PROPRIE EMOZIONI.

Quest’anno nel territorio del Unione delle Terre d’Argine si svolgerà la 1° rappresentazione dello spettacolo “I monologhi della Vagina”

** Il V-Day è un Movimento Internazionale di lotta alla violenza alle donne, fondato da Eve Ensler, attivista drammaturga, autrice de “I monologhi della Vagina”.

COSA SONO “I MONOLOGHI DELLA VAGINA”

È uno Spettacolo di beneficenza di donne di età e provenienza diversa che affronta la sessualità femminile e lo stigma sociale riguardo lo stupro e l’abuso, aprendo la strada ad una nuova conversazione riguardo e con le donne.
Attraverso le campagne del V-Day, volontari e volontarie producono spettacoli come “I monologhi della vagina” per aumentare la consapevolezza e raccogliere fondi da devolvere alle associazioni e progetti sul nostro territorio per la prevenzione e il contrasto alla violenza contro le donne e le bambine.

OFFERTA LIBERA A PARTIRE DA €10.
Per prevendite:
> Carpi: 25/01/2020 ore 10 – 12.30 presso “Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus” – via Don L. Sturzo, 21

> Soliera: 01/02/2020 ore 10 – 12.30 presso “Cinema Teatro Italia” – via Garibaldi, 80

I ricavati saranno devoluti al Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus per il progetto “Casa dei Sogni e dei Bisogni”, luogo di accoglienza per donne con/senza minori

Spettacolo presso Cinema Teatro Italia via Garibaldi, 80 (Soliera)

Evento patrocinato dal Comune di Soliera

Manifestazione Agitazione Permanente

13 Ottobre 2018 ore 15:00 > 18:00


Verona 13 ottobre 2018

Non Una Di Meno lancia lo stato di agitazione permanente

Con i nostri corpi resistenti daremo inizio allo stato di agitazione permanente lanciato da Non Una di Meno. Sabato 13 ottobre ci mobiliteremo a Verona per l’aborto libero, sicuro e gratuito, una presa di parola contro il governo giallo-verde e parte della battaglia delle femministe di tutto il mondo.

La scorsa settimana l’amministrazione comunale ha approvato una mozione che proclama Verona “città a favore della vita” e che finanzia progetti e associazioni cattoliche per la cosiddetta “adozione del feto”. Nelle prossime settimane tornerà probabilmente in discussione al consiglio comunale di Verona anche un’altra mozione, che prevede la sepoltura automatica dei feti senza il consenso della donna coinvolta. Le premesse e il contesto politico da cui nasce tale proposta sono le stesse, punitive e vendicative nei confronti delle donne, che ritroviamo in Parlamento e al governo del paese con il Ddl Pillon e con i continui attacchi all’aborto del ministro Fontana. La saldatura tra destra e movimenti per la vita trova come sempre il supporto del Papa che torna a attaccare l’aborto criminalizzando le donne. La lotta per l’aborto garantito, sicuro e gratuito è una lotta globale di liberazione dal potere di controllo sociale, politico e religioso sui corpi delle donne.

Contro la cultura patriarcale e sessista che ci confina in ruoli di genere prestabiliti, minacciando la nostra salute e limitando la nostra possibilità di autodeterminazione, rivendichiamo #moltopiùdi194! Sappiamo che la 194 è già svuotata nella sua efficacia dall’obiezione di coscienza, dai tagli ai consultori e dalle limitazioni all’uso della pillola abortiva RU486. L’autodeterminazione che rivendichiamo non è solo individuale, ma afferma la forza collettiva di un movimento globale. Per questo noi vogliamo: educazione sessuale per decidere, contraccezione gratuita per non abortire e aborto accessibile per non morire.

Verona è la città che da decenni si è imposta come laboratorio di ciò che ora vediamo in opera al governo. L’azione della giunta Sboarina riassume in sé tutta la violenza che in questi anni ha contraddistinto il clima politico della città contro donne, gay, lesbiche, trans, migranti.

Per queste ragioni la nostra lotta sarà oltre i confini delle organizzazioni tradizionali: Non Una di Meno sarà in piazza per riprendere parola insieme a movimenti LGBTQI e studenteschi, ai collettivi universitari e alle altre associazioni che lavorano per aprire spazi di libertà. La data di Verona segna l’inizio dello Stato di agitazione permanente lanciato da Non Una Di Meno verso il 24 novembre, manifestazione nazionale a Roma, e lo sciopero globale dell’8 marzo.

Ci vediamo a Verona sabato 13 ottobre alle ore 15.00 Stazione Porta Nuova (Piazzale XXV aprile)

#AgitazionePermanente – #moltopiùdi194!

Rosso ma come il Lambrusco

26 Settembre 2018 ore 19:00 > 23:00


Arte e gusto contro la violenza

Una serata per ricordare cio’ che non dovrebbe mai piu’ succedere. Ciò che non dovrebbe mai succedere. Contro ogni forma di discriminazione e violenza. Contro ogni sopruso.. per ricordare cosa è capitato E per spiegare cosa si sta facendo, cosa manca e cosa si potrebbe ancora fare… Un colore che dovrebbe indicare solo un brindisi tra chi si vuole bene, tra chi sa amare. Un evento per far capire che occorre denunciare e non ci si deve mai nascondere, soprattutto se si è vittime. Per dimostrare che fare rete conta davvero e per parlare di un tema ‘scomodo’ e ancora troppo sommerso, cercando confronto e facendo prevenzione, insieme

Programma:

a partire dalle ore 19.00 le vie del centro storico si animeranno con gruppi musicali ed eventi pensati per lanciare un segnale: no alla violenza di genere, no alla violenza sulle donne

ore 19.30 tango rosso in piazza San Francesco a cura di t’aMOtango

ore 20.00 “La biblioteca vivente” in piazza San Francesco dove ognuno potrà parlare delle propire esperienze e sensibilità ed il laboratorio “Metti una sera a cena”

ore 21.00 ‘Labirinto del Male” lettura – rappresentazione teatrale , tratto dal libro di Luciano Garofano con l’autore e Giorgia Ferrero.

Ore 19.00 – 23.00
I commercianti della Zona allestiranno i locali con il colore rosso:
locandine, manifesti e oggetti dove si parli di amore e non di violenza

Volantino: Rosso ma come il lambrusco

Violenza di genere… siamo tutt* responsabili

12 Maggio 2018 ore 9:30 >12:30


PROGRAMMA
Ore 9.30: Saluti del Presidente Unione Area Nord Sindaco LUCA PRANDINI
Ore 9.45 – MICHELE POLI Presidente CAM Centro di Ascolto Uomini maltrattanti “Il sorgere della violenza al maschile”
Ore 10.30 – LAICA MONTANARI Presidente del Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus “La Paura delle Donne”
Ore 11.00 – ALESSANDRO IACOVELLI Capitano Compagnia Carabinieri di Carpi

DIBATTITO
Modera gli interventi l’Assessora Pari Opportunità UCMAN – Sindaca Antonella Baldini

PER INFO Centro per le famiglie UCMAN Tel. 053529670
LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA ED APERTA A TUTT*!

 


Conferenza sulla violenza di genere

17 Maggio 2018 ore 20:30 > 22:30

Interverranno:
Capitano Alessandro Iacovelli, Comandante della Compagnia Carabinieri di Carpi
Luogotenente Ennio Apicella, Comandante della Stazione dei Carabinieri di Soliera
Laica Montanari, Presidente del Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus
Roberto Solomita, Sindaco di Soliera
L’evento è promosso da:
Comune di Soliera,
Stazione dei Carabinieri di Soliera,
Consigli di Frazione di Limidi, Sozzigalli e Appalto

In collaborazione con:
Vivere Donna onlus
Gruppi di Controllo del Vicinato
Associazioni presenti sul Territorio

CRESCENDO CRESCENDO .. OLTRE GLI STEREOTIPI

12 Ottobre 2017 ore 19:30 > 2 Novembre 2017 ore 21:30


Rassegna letteraria

Infanzia

Adolescenza

Adultità

Vivere Donna onlus e UDI presentano un viaggio con le autrici e gli autori lungo le fasi della vita di ognuno di noi

 

Appuntamenti:

  • 12 ottobre h 17.30: “Diventare uomini. Relazioni maschili senza oppressioni” di Lorenzo Gasparrini, ed. Settenove, 2016
  • 19 ottobre h 20.30: “Noi tre” di Zita Dazzi, ed. Settenove, 2017
  • 26 ottobre h 20.30: “Una stanza tutta per me” di Serena Ballista, ed.Settenove, 2017
  • 2 novembre h 20.00: “Altre stelle. Un viaggio nei Centri Antiviolenza” di Luca Martini, ed. Mimes, 2017 – con testimonianza dal vivo

Al primo ed ultimo appuntamento Buffet con il sostegno di Coop Alleanza 3.0

presso la libreria Mondadori Store, piazza Martiri, Carpi

per info: mondadori.carpi@gmail.com

NON CHIAMARMI AMORE

5 AGOSTO 2017


Sabato 5 Agosto 2017
COCCOTEATRO
“NON CHIAMARMI AMORE” – ASSOLO DI DONNA
di e con Elisa Lolli
Serata in collaborazione con il Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus.
Regia e drammaturgia: Elisa Lolli, con: Elisa Lolli, musiche e accompagnamento: Marco Santarello.
Lo spazio angusto di una stanza. Una lampada a stelo, decine di scatoloni ammonticchiati. Nient’altro per Nina, la protagonista di questo monologo, che rimasta finalmente sola con se stessa, alla vigilia dell’ennesimo trasloco, tira le fila di una vita tormentata. La violenza si è strappata una parte troppo grande della sua identità, ma è arrivato il momento di ricostruirsi. E disabitare il dolore.

per maggiori informazioni:
https://coccobellokalinka.wordpress.com/programma/
Valerio 328/8775862 – info@kalinkaclub.it
www.coccobello.net – www.kalinkaclub.it

 

NEL RESPIRO DELLE DONNE

17 Settembre 2016 ore 18:00 – 25 Novembre 2016 ore 21:00
Atelier cittadino contro il femminicidio In risposta ai sempre più assidui fatti di cronaca legati alla violenza sulle donne e ai femminicidi, le associazioni del territorio per la difesa dei diritti delle donne si sono unite per trovare una modalità di comunicazione attiva, con l’obbiettivo di sensibilizzare la cittadinanza e trasformare il cuore della Piazza di Carpi in un luogo di confronto e di costruzione del futuro Laboratori con l’arteterapeuta Chiara Beschin * Sabato 17 settembre h 18.00 * Sabato 8 ottobre h 17.00 * Domenica 16 ottobre h 17.00 * Venerdi 25 novembre per la giornata internazionale contro la violenza alle donne RISPONDIAMO AL FEMMINICIDIO!

STEP UP

25 MAGGIO 2016

 

WAVE e le associazioni europee che ne fanno parte lanciano la campagna Step up!

La rete Europea contro la violenza alle donne (WAVE) e le associazioni europee che ne fanno parte lanciano la campagna Step up! sui diritti delle donne che subiscono violenza e dei loro figli.

In Europa una donna su tre subisce violenza fisica o sessuale mentre gli Stati assicurano un limitato, e in alcuni Stati inesistente, accesso ai Centri Antiviolenza. Ad oggi solo 15 su 46 stati europei hanno istituito un numero d’emergenza o una help line e mancano oltre 47 mila Centri Antiviolenza. La discriminazione è uno degli ostacoli più grandi per l’accesso delle donne ai Centri. Le minoranze etniche le immigrate e le rifugiate, le donne prive di un titolo di soggiorno regolare, le donne diversamente abili, anziane e lesbiche sono le più discriminate.

“Chiediamo alle autorità europee e ai governi nazionali di STEP UP! ovvero fare un passo nella giusta direzione e assicurare gli investimenti necessari a combattere e prevenire la violenza contro le donne” (Rosa Logar, WAVE President).

L’Unione Europea raccomanda un Centro antiviolenza ogni 10.000 persone e un centro d’emergenza ogni 50.000 abitanti, quindi in Italia dovrebbero esserci 5.700 posti letto e invece ce ne sono solo 500. Le richieste di tante donne restano senza risposta nonostante molte di esse siano a rischio di vita.

The WAVE Network e D.i.Re chiedono all’Europa e al Governo italiano di riconoscere che i Centri Antiviolenza non sono servizi generici né luoghi qualunque. Ascoltare, accogliere, mettersi in relazione con altre donne che subiscono violenza è una pratica quotidiana, una metodologia basata sull’empowerment e sulla relazione tra donne, un percorso da fare insieme in un luogo di libertà. Nei Centri Antiviolenza le donne non sono mai considerate “vittime”, come accade invece nelle comunità per “mamme e bambini” di ispirazione religiosa che cercano di farsi largo in Italia, di accreditarsi

presso le istituzioni e di sostituirsi ai Centri Antiviolenza nati dalla pratica femminista. Noi sappiamo che le donne hanno risorse, intelligenza, capacità che la violenza vuole distruggere e che noi invece riteniamo il fulcro del loro percorso e del nostro accompagnamento, così come la garanzia dell’anonimato e la tutela della privacy, da noi sempre garantite e che oggi sono minacciate da leggi regionali e pratiche di ordine pubblico. Ma non c’è possibilità di autentica uscita dalla violenza senza il rispetto della scelte delle donne, il riconoscimento della loro dignità e la valorizzazione delle loro risorse.

Noi chiediamo

– Una mappatura dei Centri Antiviolenza sul territorio nazionale sulla base di riconoscimento esplicito della natura, degli obiettivi e della pratica politica di questi luoghi.
– Che i centri Antiviolenza siano finanziati in modo stabile, con cifre adeguate, anno dopo anno, mettendo fine alla discrezionalità delle Regioni che lasciano molti Centri senza risorse.
– Che sia messa in atto una politica di prevenzione: educazione fin dalle scuole dell’obbligo, informazione, campagne culturali, impegno in prima persona della televisione pubblica, dei media, dei leader politici e degli intellettuali.

La violenza contro le donne resta la più diffusa violazione di diritti umani e può essere fatale. Si è stimato che nel 2012 i femminicidi compiuti da un membro della famiglia o dal partner sono stati il 47 per cento degli omicidi in Europa.

Questa violenza viene condannata ufficialmente ma in realtà tacitamente viene tollerata, e le donne subiscono violenza ripetutamente. I costi di questa violenza riguardano tutti noi, la violenza conto le donne ha un forte impatto sulla indipendenza economica delle donne, un’ enorme ripercussione sull’economia mondiale.

Noi invitiamo le imprese e la filantropia italiana a fare investimenti per sostenere i Centri Antiviolenza.
Noi invitiamo tutte tutti, ciascuna e ciascuno di voi a partecipare alla Campagna STEP UP!

Più informazioni:  www.wave-network.org

Qui un primo video della campagna: Step Up!

Articolo ripreso dal sito di D.i.Re – Donne in rete contro la violenza

 

Apertura del Centro Ascolto

25 Novembre 2008


Si apre ufficialmente anche a Carpi, provincia di Modena, un punto d’Ascolto rivolto a donne che subiscono maltrattamenti e violenze.
Ci siamo!
Si attiva oggi, a più di vent’anni di distanza dalla nascita dei primi Centri Antiviolenza, in un contesto storico molto diverso dagli anni ’90 ma con una matrice comune, offrire aiuto a donne che subiscono la violenza maschile in ambito domestico.

Le volontarie che operano nel Centro Ascolto “Vivere donna” sono diverse fra loro per età e esperienze, vanno dai trenta agli over sessanta, le più giovani con una scolarizzazione elevata; specializzazioni nel sociale, nella relazione d’aiuto e con esperienze nel volontariato, le più “grandi”, provenienti dall’UDI, con i vissuti delle battaglie per i diritti civili, sindacali e per i Servizi di sostegno; diritto di famiglia, divorzio, legge 194, legge sulla maternità, parità salariale, Consultori e Asili Nido. Due mondi diversi ma se è vero che viviamo ormai in una società multietnica e globalizzata che si misura con le differenze e l’integrazione, è pur vero che per passare il “testimone”le esperienze delle une dovranno intrecciarsi con l’attualità dell’oggi, delle altre.
A tutte loro un augurio di buon inizio.
La redazione di Noidonne.


RICONOSCI LA VIOLENZA

8 Novembre 2010

Campagna 2010.

In questi giorni abbiamo promosso, in collaborazione con la CPO Terre d’Argine, la campagna di comunicazione preventiva Riconoscilaviolenza. Rivolta ai 4 comuni delle Terre D’Argine. in particolare abbiamo coinvolto le Associazioni di categoria dei commercianti, artigiani e imprenditori, i Centri Sociali, oltre che le scuole, gli uffici pubblici, la ASL nel suo complesso. Abbiamo fornito sei locandine con immagini e scritte che segnalano situazioni a rischio.

E oggi siamo presenti con un presidio nella hall dell’ipermercato Borgogioioso; diffondiamo materiale informativo, raccogliamo fondi, e soprattutto presentiamo con un totem, la campagna di prevenzione riconoscilaviolenza, perchè pensiamo che si possa contrastare la violenza maschile anche con la conoscenza e con la relazione con le persone, prevediamo inoltre altre due uscite il 12 e il 19 dicembre in piazza Martiri.


VIA DALLA VIOLENZA

16 Novembre 2013 ore 18:00
26 Novembre 2013 ore 20:30

Campagna 2013

Programma:

Sabato 16 novembre 2013

h 17.00 Inaugurazione mostra del concorso fotografico” io qui non ci sto più”

h 18.00 Aperitivo “No violence”

sarà presente il vignettista carpigiano Oscar Sacchi autore del logo della Campagna 2013/14 “Via dalla violenza”, promossa dall’associazione Vivere Donna onlus

Domenica 17 novembre 2013

h 17.00 Incontro con l’autrice Sabrina Sasso “Voglio capire se ne è valsa la pena” (Un romanzo sulle relazioni di coppia)

Sabato 23 novembre

h 17.00 La violenza maschile sulle donne “Perché ci sono uomini che hanno comportamenti violenti con le donne che dicono di amare?”

ne parliamo con Monica Dotti coordinatrice del Centro LDV “Liberiamoci dalla violenza” di Modena, centro di accompagnamento al cambiamento per uomini; Un rappresentante Polizia di Stato Commissariato di Carpi; Giacomo Mambriani “Associazione Nazionale Maschile Plurale”

Domenica 24 novembre 2013

h 16.30 ”I passi dell’orco” La violenza sulle donne Storie di a-normale quotidianità Con Rina Mareggini-voce recitante, Silvano Morini-videoproiezione e regia

Lunedi 25 novembre

“Scrittura simultanea” flash writing mob

adesione all’iniziativa di Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari

Invito alle donne che vogliono raccontare un episodio della propria storia di vita, dove sono stati oltrepassati i confini dell’amore e condividere il suo testo, in tempo reale, su una pagina appositamente messa a disposizione sul sito www.lua.it/beyond .

Mercoledì 26 novembre 2013

h 20.30 “Per non abbassare lo sguardo” Riflessioni sul femminicidio a cura dell’Associazione Avvocate inDifesa

Ascolto e Accoglienza in Saletta fondazione CR Carpi Corso Cabassi n°4


SPEZZA IL SILENZIO

22 Novembre 2014 ore 17:00
30 Novembre 2014 ore 14:00

Campagna 2014

Programma:

Sabato 22 novembre 2014

h 17.00 Inaugurazione mostra multimediale “t’amo da morire” di Antonella Monzoni a cura di Daniela Bazzani – Le immagini di Antonella Monzoni ritraggono i luoghi troppo spesso teatro di violenza sulle donne

h 18.00 Aperitivo “No violence” Sarà con noi Oscar Sacchi che ha ideato e donato all’associazione Vivere Donna onlus il logo della campagna Spezza il silenzio!

Domenica 23 novembre 2014

h 17.00 Presentazione e letture dal libro di Sabrina Sasso “Tu mi fai volare (cadere rompere)” il racconto di una donna invischiata in un rapporto di coppia che distrugge la sua dignità e il suo mondo. Letture di Linda Colella. Conduce Valentina Po

Martedì 25 novembre

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

h 21.00 Teatro Comunale di Carpi – ingresso gratuito “Nudi, le ombre della violenza sulle donne” Teatro dell’Orsa scritto e interpretato da Bernardino Bonzani e Monica Morini

Un pugno in piena pancia, uno squarcio oltre le pareti domestiche e le facili esemplificazioni televisive, le denunce sui giornali e la saturazione mediatica priva di senso. Un canto ininterrotto sulla differenza di genere

Venerdì 28 novembre 2014

h 17.00 Incontro pubblico con la Senatrice Maria Cecilia Guerra sul tema “Convenzione di Istanbul: cosa cambia in Italia?” – Conduce la serata Dott.ra Alice Degl’innocenti esperta in diritti umani e relazioni internazionali.

La Convenzione è il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante che crea un quadro giuridico completo per proteggere le donne contro qualsiasi forma di violenza

LE NOSTRE PARTECIPAZIONI E COLLABORAZIONI NEL TERRITORIO…

CAMPOGALLIANO

Sabato 22 novembre 2014

h 15,00 Nemmeno con un fiore – contro la violenza di genere – Assessorato pari opportunità Comune di Campogalliano e settore Podismo della Polisportiva di Campogalliano organizzano la 1°camminata Manifestazione ricreativa ludico motoria Gara non competitiva

– Polisportiva Campogalliano via Mattei 15/a –

NOVI di MODENA

Domenica 23 novembre 2014

h 15 Incontro con l’autrice Presentazione del libro “Tu mi fai volare (cadere, rompere)” di Sabrina Sasso

– presso area ristoro del Centro Sportivo Aneser –

MODENA

Giovedi 27 novembre 2014

h 8,30 – 13,30 Convegno organizzato dalla Regione Emilia Romagna Servizio Sanitario Regionale E.R – Usl di Parma e Modena “La responsabilità del cambiamento le esperienze dei centri per uomini che usano violenza contro le donne; il centro LDV dell’azienda USL di Modena gli esiti di una scommessa”

– Palazzo Carandini – Via dei Servi, 5 –

S. POSSIDONIO

Domenica 30 novembre 2014

Dalle h 14.00 “25 Parole di Donna – Performance, Arte & Colore contro la violenza di genere” letture, poesie, arte, dibattiti realizzata da Roberta De Tomi, Angiolina Gozzi e Roberto Baldini per Words!

– La Bastìa di San Possidonio (MO), via Palmiro Togliatti, 34 –


IL CORAGGIO DI PARLARE TI RENDE LIBERA

21 Novembre 2015 ore 14:30
29 Novembre 2015 ore 17:00

Campagna 2015

Programma:

21 novembre 2015

Campogalliano – presso la polisportiva Via Mattei,15 –

h 14.30 Manifestazione ricreativa ludico motoria gara non competitiva, percorso di 3.5 km e 6 km ritrovo ore 13.30

Carpi – presso la Saletta della fondazione CR via Cabassi,4 –

h 17.00 Inaugurazione della mostra fotografica “Donne al centro”, a cura di Nondasola di Reggio Emilia e Casa delle Donne di Modena

Segue aperitivo con buffet in compagnia del vignettista carpigiano Oscar Sacchi, autore per il 3° anno del logo della Campagna Antiviolenza

22 novembre 2015

Carpi – presso la Saletta della fondazione CR via Cabassi,4 –

h 17.00 “Il thè delle cinque” con Virginia Wolf

25 novembre 2015

Carpi – presso la Saletta della fondazione CR via Cabassi,4 –

h 20.30 Proiezione del film “Tina” la vera storia di Tina Turner, un mito della musica rock che ha avuto il coraggio di parlare,

Giulia Guandalini voce e chitarra delle Roipnol Witch e fondatrice del movimento Rock whit Mascara, che dal 2005 lotta contro la discriminazione e la violenza sulle donne

26 novembre 2015

Carpi – presso Auditorium A. Loria, Via R. Pio,1 –

h 18.00 “Nel cuore di Carpi i Centri Antiviolenza si raccontano” Presenta il libro “Lessico familiare” Anna Pramstrahler della Casa delle donne per non subire violenza Onlus di Bologna. Coordina Paola Vigarani di Vivere Donna Onlus di Carpi, intervengono Associazione Onlus Casa delle donne contro la violenza di Modena e Nondasola di Reggio Emilia

Porta i saluti dell’Unione Terre d’Argine Stefania Gasparini, Assessora Istruzione e Pari Opportunità del Comune di Carpi

Dal 24 novembre al 29 novembre 2015

Novi – Via Velles Bigi, 4 Novi di Modena –

Esposizione della mostra fotografica di Valeria Sacchetti “Home Sweet Home” (in memoria di Barbara Cuppini) Presso il Circolo ARCI Taverna


TE LO DICO CON LE PAROLE

24 Novembre 2016 ore 18:00
25 Novembre 2016 ore 19:00

Campagna 2016

Programma:

24 novembre 2016

h 18.00 Inaugurazione della mostra fotografica “Chairs” di Daniela Bazzani

h 18.30 “Uno spazio per dirmi” letture

25 novembre 2016 – GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

h 9.00 – 12.00 Atelier “Nel respiro delle donne” attività con studenti degli Istituti Superiori di Carpi

h 15.00 – 19.00 Convegno “Te lo dico con le parole” intervengono:

– Nadia Somma “Media e codice etico” attivista femminista, blogger

– Michele Poli “Come gli uomini apprendono a fare violenza sulle donne” presidente Centro di Ascolto per Uomini Maltrattanti di Ferrara

– Elisabetta Musi “Differenze di genere: ostacolo o risorsa. Riflessioni ed attenzioni educative” ricercatrice di Pedagogia Generale e Sociale presso l’Università Cattolica di Milano

– Contributo “La discriminazione di genere nell’ambito giuridico” scritto dall’avvocata penalista Ilaria Li Vigni presidente della CPO dell’Ordine degli avvocati di Milano

– Restituzione finale dell’atelier cittadino “Nel Respiro delle Donne” condotto dall’arteterapeuta Chiara Beschin

Portano i saluti Paola Guerzoni, Sindaca del Comune di Campogalliano e Assessora alle Pari Opportunità dell’Unione delle Terre d’Argine, e Stefania Gasparini, Assessora Istruzione e Pari Opportunità del Comune di Carpi

Siamo anche a:

ROMA: #NonUnaDiMeno Manifestazione nazionale indetta da Rete Io Decido – Roma, D.i.Re (Donne In Rete contro la violenza), UDI (Unione Donne in Italia)

CAMPOGALLIANO: h 14.30 Camminata “Nemmeno con un fiore” per le vie cittadine (ritrovo ore 13.30 presso la polisportiva di Campogalliano, Via Mattei, 15)

NOVELLARA: h 15.15 Centro Antiviolenza VivereDonna onlus interverrà all’incontro organizzato da CISL Emilia Centrale – FNP Coordinamento Donne “Nuova condizione maschile e violenza sulle donne: perchè il desiderio dell’uomo si volge così tanto in violenza?” (Presso Rocca del Comune di Novellara, P.zza Marconi n. 1 Sala Civica)

 


#CamminoLibera

23 Novembre 2017 ore 17:30
28 Novembre 2017 ore 21:00

Campagna 2017

Programma:

CARPI
23 novembre
h 17.30 Inaugurazione e buffet #CamminoLibera
– presso la Saletta della Fondazione CR, via Cabassi, 4

25 novembre
Giornata internazionale contro la violenza sulle donne
Dalle ore 9.30 alle 12.00 “App-prendiamo” Presentazione delle App ideate dai centri antiviolenza della rete D.i.Re. per la prevenzione Online e Stalking
Intervengono:

Elda Angela Detassis operatrice d’accoglienza del Centro Antiviolenza di Trento che presenta l’app TeStalking
Lavinia Hanay Raja e Emanuela Cameli di Ippolita, gruppo di ricerca indisciplinare che conduce riflessioni ad ampio raggio sulle ‘tecnologie del dominio’ e i loro effetti sociali
polizia di stato e polizia postale
Porta i saluti Stefania Gasparini Assessora Istruzione e Pari Opportunità di Carpi
– presso Auditorium A.Loria via R. Pio, 1

h 16.00 “Al Cuore delle Donne” Laboratorio cartografico
emozionale ideato e condotto dall’Arte Terapeuta Chiara
Beschin (per info e prenontazioni 331 8666783 – max 15 persone)
– presso la Saletta della Fondazione CR, via Cabassi, 4

26 novembre
h 16.00 “Al Cuore delle Donne” Laboratorio cartografico
emozionale ideato e condotto dall’Arte Terapeuta Chiara
Beschin (per info e prenontazioni 331 8666783 – max 15 persone)
– presso la Saletta della Fondazione CR, via Cabassi, 4

SOLIERA
25 novembre
h 21.00 “Non chiamarmi Amore – assolo di donna”
Regia e drammaturgia di Elisa Lolli, con Elisa Lolli, Musiche e accompagnamento dal vivo di Marco Santarello
– presso Cinema Teatro Italia via Giuseppe Garibaldi, 80

Ingresso € 7.00 – il ricavato sarà a sostegno del Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus

 CAMPOGALLIANO

28 novembre
h 21.00 “Solo Passi”
di e con Isidora Balberini e Valeria Ianniello, con la partecipazione delle ballerine del Dancin’Perfect
– presso Dancing La Montagnola via G. Garibaldi, 57

Ingresso € 7.00 – il ricavato sarà a sostegno del Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus

NOVI DI MODENA
25 novembre
h 21.00 inaugurazione della mostra fotografica “Carpi_Donna” – Udi
– presso la Sala Civica Ferraresi, piazza I Maggio, 19

ROVERETO
25 novembre
h 21.00 inaugurazione della mostra fotografica “Home Sweet Home” in memoria di Barbara Cuppini – Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus
– presso la Sala Civica Tina Zuccoli, via E. Curiel, 58

Foto degli eventi:

 


Le Parole Giuste

11 Novembre 2018 ore 16:00

La violenza si può contrastare con la comunicazione?

La violenza si può contrastare con la comunicazione?

La risposta è SI ma bisogna essere consapevoli della potenza che hanno le parole che usiamo e di come alcune di esse possono ostacolare o promuovere la parità tra i generi.

Grazie a LUCA MARTINI (scrittore attivista femminista ed autore di “Altre stelle: un viaggio nei centri antiviolenza”) e NADIA SOMMA (blogger attivista femminista del centro antiviolenza Demetra) avremo modo di approfondire questo tema con la presentazione del loro nuovo libro “Le parole giuste. Come la comunicazione può contrastare la violenza maschile contro le donne”

Evento in occasione dell’ottava edizione del Premio Immagini Amiche promosso da UDI Nazionale e UDI Carpi che si terrà il 17 Novembre ore 9.30 presso il teatro Comunale di CarpiLa risposta è SI ma bisogna essere consapevoli della potenza che hanno le parole che usiamo e di come alcune di esse possono ostacolare o promuovere la parità tra i generi.

Grazie a LUCA MARTINI (scrittore attivista femminista ed autore di “Altre stelle: un viaggio nei centri antiviolenza”) e NADIA SOMMA (blogger attivista femminista del centro antiviolenza Demetra) avremo modo di approfondire questo tema con la presentazione del loro nuovo libro “Le parole giuste. Come la comunicazione può contrastare la violenza maschile contro le donne”

Evento in occasione dell’ottava edizione del Premio Immagini Amiche promosso da UDI Nazionale e UDI Carpi che si terrà il 17 Novembre ore 9.30 presso il teatro Comunale di Carpi.


Cena Raccolta Fondi

22 Novembre 2018 ore 20:30 > 23:00

Con cena e musica dal vivo grazie a “Sabrina e Davide Acoustic Duo” festeggiamo insieme i 10 anni del Centro Antiviolenza Vivere Donna Onlus!!!!!

Abbiamo bisogno del tuo aiuto per continuare ad operare per altrettanto tempo!

Venite numerosi per passare una bella serata insieme!!!!


Iniziative 25 novembre 2019

23 Novembre 2019 ore 15:00
25 Novembre 2019 ore 18:00

CARPI 25/11/2019 ore 11

RESPECT AND STEP UP WITH US

Presentazione del progetto realizzato con le classi 5 indirizzo “ABITO! Imperativi femminili che con ago e filo prendono corpo”

(solo per le scuole presso Istituto Vallauri)

25/11/2019 ore 16-18

OPEN DAY

Venite a trovarci! Curiosità e domande troveranno spazio davanti ad un buffet sostenuto da Coop Alleanza 3.0 (Via D. Sturzo, 21)

25/11/2019 ore 18

Accensione della fontana

con luce rossa per sensibilizzare al contrasto della violenza di genere

(Giardini del Teatro)

25/11/2019 ore 20.30

Nemmeno con un film…

La violenza contro le donne nell’immaginario cinematografico

a cura di Dario D’Incerti dell’Associazione culturale CINELOGOS e Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus

(Auditorium Biblioteca Loria – Via R.Pio,1)

CAMPOGALLIANO 23/11/2019 ore 15

Nemmeno con un fiore

Manifestazione ludicomotoria contro la violenza di genere

(presso Polisportiva Via Mattei 13/a)

NOVI DI MODENA 23/11/2019 ore 18

Inaugurazione mostra fotografica “Chairs”

di Daniela Bazzani e incontro con l’ autrice – a seguire buffet offerto da Coop Alleanza 3.0

La mostra rimarrà aperta da 23/11 al 30/11

(Pac – Polo Artistico Culturale via Di Vittorio, 30)

24/11/2019 ore 18.30

Dormono, dormono…sulla collina

letture spettacolo a cura del Coro delle Mondine e del Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus

(presso Circolo Arci Taverna Via Veles Bigi, 4)

25/11/2019 ore 16

“I passi rossi”

Flash mob contro la violenza sulle donne a cura dei bambini del Centro Giovani – in collaborazione con il Centro Antiviolenza Vivere Donna

(presso PAC – Polo Artistico Culturale via Di Vittorio, 30)

SOLIERA 23/11/2019 ore 21

Ferite a morte

Spettacolo teatrale

(Cinema Teatro Italia Via G.Garibaldi,80)


Ferite a Morte

23 Novembre 2019 ore 21:15 > 23:15

di Serena Dandini
con il gruppo teatrale la Zattera

Prevendita Sabato 9 e 16 Novembre dalle 10 alle 12:30 Presso Nuovo Cinema Teatro Italia | Soliera (MO)
Info 331 1127140 | arci.soliera@libero.it

Ingresso: € 10,00
Parte del ricavato sarà destinato al progetto del centro antiviolenza vivere donna onlus “casa dei sogni e dei bisogni” accoglienza donne sole e/o con minori vittime di violenza

Con il Patrocinio Del Comune di Soliera
In collaborazione con: Coop Alleanza 3.0 | Centro Antiviolenza Vivere Donna Onlus | Fondazione Campori | Arci Soliera


Open Day

Digitale e Vita

10 Marzo 2018 ore 18:30 > 20:30


Speaker: Centro Antiviolenza Vivere Donna onlus, P.A. Soliera e Fondazione Campori Digitale e Vita, il digitale che può salvare la vita

QUANDO UNA DONNA PENSA DI SUBIRE ATTEGGIAMENTI PERSECUTORI È IMPORTANTE CHE RICONOSCA LE PROPRIE EMOZIONI.

Presentazione di App ideate e realizzate dalla Rete Nazionale dei Centri Antiviolenza D.i.Re per aiutare donne e ragazze in situazione di pericolo a chiedere aiuto.

Programma Rosa Digitale


8 MARZO INCROCIAMO LE BRACCIA

7 Marzo 2019 ore 8:00 > 17:00

Incrociamo le braccia e rifiutiamo i ruoli e le gerarchie di genere. Fermiamo la produzione e la riproduzione della società.

L’8 marzo noi scioperiamo!

Lo sciopero è la risposta a tutte le forme di violenza che sistematicamente colpiscono le nostre vite, in famiglia, sui posti di lavoro, per strada, negli ospedali, nelle scuole, dentro e fuori i confini.

Femminicidi. Stupri. Insulti e molestie. Violenza domestica. Discriminazione e violenza sulle donne disabili. Il permesso di soggiorno condizionato al matrimonio. Infiniti ostacoli per accedere all’aborto.

Rivendichiamo un reddito di autodeterminazione, un salario minimo europeo e un welfare universale. Vogliamo aborto libero sicuro e gratuito. Vogliamo autonomia e libertà di scelta sulle nostre vite, vogliamo ridistribuire il carico del lavoro di cura. Vogliamo essere libere di andare dove vogliamo senza avere paura, di muoverci e di restare contro la violenza razzista e istituzionale. Vogliamo un permesso di soggiorno europeo senza condizioni.

Padri e padroni, governi e chiese, vogliono tutti «rimetterci a posto». Noi però al “nostro” posto non ci vogliamo stare e per questo l’8 marzo scioperiamo!

Queste parole d’ordine raccolgono la forza di un movimento globale.

UNISCITI A NOI ALLE 17.30 IN PIAZZA MARTIRI A CARPI


Libere donne in libere relazioni

30 Marzo 2019 ore 14:30 >18:30

UNISCITI A NOI !!!!!
Con D.i.re. saremo in piazza il 30 marzo a Verona insieme a Non Una Di Meno e a tutte le persone e le organizzazioni che intendono ribadire un NO a tutti i disegni reazionari che si identificano con l’agenda ideologica del Congresso mondiale delle famiglie (WCF) che si terrà dal 29 al 31 marzo.

Gli organizzatori del WCF promuovono e difendono un ideale astratto di famiglia, che chiamano “naturale”, fondata “sull’unione di un uomo e di una donna” stretti da un vincolo indissolubile, luogo del bene assoluto dove la “Natura” esprime la sua regola univoca e determina ciò che è giusto e ciò che non lo è.

La famiglia cosiddetta “naturale”, ovvero patriarcale e eterosessuale, promossa nel WCF è in percentuali altissime lo scenario entro cui si consumano le violenze, a volte subdole e nascoste, spesso manifeste e assistite da parte dei/delle figli/e. Nei centri antiviolenza incontriamo le donne che ci raccontano la quotidiana violenza familiare dalla quale chiedono di uscire.

La difesa della famiglia “naturale” e la promozione di politiche dall’apparenza “family friendly” esprimono in realtà un violento attacco ai diritti, alle nostre libertà, alle nostre vite.

Non ci sfugge il progetto internazionale dell’intero disegno, volto a limitare la libertà delle donne perché l’unica famiglia possibile per il WCF non solo non contempla le numerose altre forme di relazione affettiva espresse dalla nostra società, ma si regge sul lavoro di cura svolto da mogli e madri, unico orizzonte in cui si dovrebbero esprimere le donne.

Contro le politiche reazionarie del WCF affermiamo il diritto delle donne ad esprimere pienamente la loro autonomia e i loro desideri, vivendo libere dalla violenza, dentro e fuori le famiglie; difendiamo la legge 194 e l’autodeterminazione delle donne; denunciamo le disposizioni ingiuste e inumane del cosiddetto Decreto Sicurezza che impatta in modo sproporzionato e negativo sulle donne migranti; chiediamo il ritiro del Ddl Pillon contro il quale abbiamo già raccolto oltre 168.000 firme e portato in piazza migliaia di donne il 10 novembre scorso.

Saremo in piazza a Verona il 30 marzo perché per questo governo il male sembra essere rappresentato dalla libertà della donna e il bene da un diritto maschile sconfinato che regola il mondo.

30 MARZO ore 14.30 CORTEO con Partenza dalla Stazione di Porta Nuova.

Home sweet home
In memoria di Barbara Cuppini

Scheda di Presentazione


La casa è sinonimo di calore, affetto e sicurezza: perchè allora per molte, troppe donne diventa trappola,  luogo dove consumare una vita tra violenza e sopraffazione?

La volontà di capire i motivi che portano al fenomeno della violenza domestica sulle donne è stato il filo conduttore di questa indagine. Il risultato si concretizza attraverso 17 immagini fotografiche, emblema di aspetti psicologici, sociali, culturali.  Non ci si scorda però, testimone l’ultima foto, che dalla violenza si può uscire.

La mostra è dedicata alla memoria di Barbara Cuppini, giovane donna Carpigiana uccisa nella notte del 19/06/2011, dall’uomo la cui frequentazione iniziò da qualche mese. All’inizio del mese di Luglio, Emanuela Croci, amica di Barbara, si rivolse al centro per proporre la realizzazione di un progetto e far si che la morte di Barbara fosse monito per altre donne nella morsa della violenza. Grazie alla collaborazione con le operatrici di Vivere Donna, che si sono occupate della parte operativa e comunicativa, il progetto ha potuto realizzarsi. Non di meno è da citarsi l’importanza dell’aiuto degli amici più intimi di Barbara ed Emanuela che hanno creduto, che dalla violenza e dal lutto, si possa estrapolare del bene.

Obiettivi


La violenza maschile diviene quindi il tema centrale del progetto, ma al contempo, vi è l’intento di infondere speranza e voglia di reagire negli occhi di chi guarda. Per contrastare il fenomeno della violenza di genere è necessario parlarne, confrontarsi e trovare all’unanimità strumenti di grande efficacia. Pe raggiungere questi obiettivi ogni mezzo diviene motore ed anche una mostra fotografica si rivela utile allo scopo.

I temi: la fragilità; la solitudine; la depressione; il maschilismo; l’egocentrismo; l’idealizzazione di una storia d’amore che di tale ha ben poco; la totale mancanza di comunicazione; la non accettazione della fine; la violenza secondaria; il carnefice e la speranza

 

 

 

Fotografa: Valeria Sacchetti

Ideatrici e curatrici dei soggetti: Valeria Sacchetti, Emanuela Croci, Beccati Sara

La mostra è realizzata in due dimensioni per permettere anche a chi non dispone di grandi spazi di poterla esporre

  • Materiali mostra grande


17 teli stampati monofacciali: di cui nr 14 teli mt 1.60 x 1.60, nr 2 teli mt 2.20 x 1.60, nr 1 telo mt 3.00 x 1.60

nr 2 pannelli di introduzione alla mostra 70 x 100

  • Materiali mostra piccola


17 foto su pannelli forex plastificati 50 x 50

2 pannelli forex plastificati di introduzione alla mostra 50 x 50

Contattateci via mail per info sul noleggio della mostra

Call Now ButtonChiamaci